FALPE e OPIFICIOZAPPA conquistano la Triennale con Arte e Atigianato

Emozione e orgoglio. Questi gli stati d’animo con cui descriviamo l’inaugurazione di questa sera alla mostra omaggio a Luciano Francesconi alla Triennale di Milano.
Emozione, perché arrivare alla Triennale, entrare nel Palazzo dell’Arte, accolti da uno striscione alto quanto tutta la facciata e guardando tra i cartelloni delle mostre in corso, vedere a chiare lettere i loghi FALPE e OPIFICIOZAPPA, non può che suscitare una vera emozione.

Orgoglio, perché solo pochi istanti dopo l’inaugurazione comprendi il vero valore del progetto a cui hai lavorato e di cui fai parte a pieno titolo.
Il nostro progetto #ArtandCraft sta per mostrarsi a tutti, nelle sale sapientemente allestite da Ombretta Nai e da Francesca Fadalti, all’interno di quel polo culturale internazionale che produce mostre, convegni ed eventi di arte, design, architettura, moda, cinema, che è  La Triennale di Milano
Come si può non essere emozionati ed orgogliosi di essere parte di tutto questo!!
E poi il bello comincia qui.. Un’atmosfera unica, vignette in carne ed ossa che si aggirano tra le nostre cornici rosse che consentono a tutti di ammirare le opere realizzate da un geniale Luciano Francesconi.
Foto, sorrisi, chiacchere, complimenti e vignette, la soddisfazione del lavoro la scorgi negli occhi di tutti noi del team FALPE e OPIFICIOZAPPA.

E infine anche la gradita sorpresa di ricevere i compimenti da un visitatore d’eccezione, Giorgio Forattini che con la moglie ha visitato la mostra e con estrema disponibilità si é fermato per qualche foto insieme a tutti noi.

Riprendendo un modo di dire che abbiamo noi in FALPE, questa sera possiamo dire che “anche la Triennale è una Città Falpe”

leggi dal sito del: Corriere della SeraCorriere della Sera Arte e CulturaLa Triennale di Milano