BIOGRAFIA

“Ho sempre desiderato lavorare nel mondo della moda: sarei diventato stilista se una mia amica, nel lontano 1993, non mi avesse detto che all’Istituto Europeo di Design il corso di Design del gioiello poteva fare per me. Fatto: diploma in mano e prime esperienze lavorative come designer per Giorgio Armani e Donatella Pellini.
Ma volevo di più: testardaggine, ambizione e un pizzico di arroganza accostate a gran gusto ed eclettismo mi hanno spinto dove sono ora.
Minu Bijoux, il mio brand, parte dal cuore ancora prima che dai materiali: tutto parte dall’emozione e dalla ricerca. Attraverso i miei studi ho scoperto quanto fosse vasto il Mondo legato al gioiello, con la mia ricerca voglio andare oltre la stilistica ortodossa e creare uno stile unico, identificabile, un colpo d’occhio nella vasta produzione di gioielli.

Per dodici anni ho gestito il mio primo punto vendita completamente dedicato alla mia linea a Erba in provincia di Como, dodici anni meravigliosi che hanno maturato in me una forte determinazione nello spingere ancora più in là il mio progetto: rendere il mio brand visibile a tutti.
Detto fatto, ho chiuso il negozio e ho trasferito le “fondamenta creative” all’interno dell’Opificio Zappa, sempre ad Erba – Como. Antica struttura dove passato e presente si fondono in quella che è la cosa più importante per un artigiano: la memoria storica a cui attingere per rinnovarsi.”

INTERVISTA

Dove trovi l’ispirazione per una collezione MINU BIJOUX?

Le ispirazioni sono molteplici la linea evolve pian piano. Prima nasce un pezzo istintivo, generato dalla mia creatività, poi l’esigenza di fornire una linea che rispecchi le tendenze alla moda mi spingono ad una ricerca di mercato osservando le sfilate di Parigi e Milano.

Anche quelle di New York?

No, amo il MADE IN ITALY e la raffinatezza francese

L’ispirazione di questa collezione?

La prima ispirazione della linea autunno/inverno si chiama NEW LIBERTY: si tratta di semplici fiocchi che si sono evoluti tramite un processo creativo in delle piccole libellule. La linea FANCY, più colorata e orientata verse le esigenze moda mentre il modello Torchon, presente in tutte le mie collezioni rimane il must del brand MINU BIJOUX. Tutto questo e molto altro lo scoprirete alla presentazione di Sabato 20 Ottobre 2018.

Quale è il primo approccio verso una nuova linea?

I materiali. Mi sento come un pittore con in mano la tavolozza dei colori.

Qual è la tua peculiarità?

Realizzare gioielli partendo da materiali naturali quali: seta, lino, lana, ciniglia e carta intrecciati e ricamati a mano. La peculiarità dei miei gioielli è che sono anallergici e eclettici.

Non temi che un giorno non avrai più idee?

Credo che l’esperienza e la maturità porti solo a nuove soluzioni stilistiche

Una curiosità di questa collezione?

Una curiosità?  Ebbene, il filo di bronzo grezzo poi galvanizzato oro presente nella linea NEW LIBERTY, l’ho preso dal ferramenta.

by Lucrezia Sammartino